1904"1904" secondo tradizione
  • Home

L'INVENZIONE DEL TAPPO MODERNO

tappo900

William painter
1892 brevetta il tappo a corona ED AVVIA LA PRODUZIONE


Il tappo a corona rimane ancor oggi il metodo più utilizzato per sigillare le bottiglie di vetro. Prima della sua invenzione le bottiglie di bibite frizzanti esistevano già da alcuni anni, ma spesso o fuoriusciva il liquido, o addirittura evaporava l’anidride carbonica aggiunta. I molteplici tentativi di evitare qualsiasi perdita di liquido o di gas finivano in disastro se al tappo di metallo capitava di venire a contatto diretto con il liquido.
William Painter fu il primo a capire che era necessario trovare un modo migliore per sigillare le bottiglie, pur consentendo il contatto tra tappo di metallo e bevanda contenuta, da lui originariamente battezzato Crown Cork, è la giusta soluzione da oltre un secolo. Si tratta di un tappo di metallo, con un’estremità corrugata che assomiglia a una corona rovesciata.
Assolutamente a prova di fuoriuscite, è rivestito al suo interno da un sottile disco di sughero a sua volta ricoperto da una pellicola speciale che sigilla il contenuto della bottiglia evitando che venga in contatto diretto con il metallo. Dopo aver brevettato il tappo a corona il 2 Febbraio 1892, Painter fondò a Baltimora, nel Maryland, la Crown Cork and Seal Company (oggi denominata Crown Holdings).
Negli anni Venti la società già vantava parecchie filiali in tutto il mondo, ma per sopravvivere al proibizionismo dovette dirottare la sua attenzione dalle birre alle bibite gasate. Per il resto del secolo, il tappo a corona avrebbe rivestito un ruolo essenziale nell’identità di alcuni dei più famosi marchi di bevande analcoliche. Benché siano stati inventati nel frattempo altri tipi di tappi per bottiglia, il tappo a corona detiene ancora oggi la sua posizione di leader del mercato.

QUATTRO SECOLI DI BOLLICINE >

La mostra permanente si può visitare presso la sede a Lecce